Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Non esistono più certi mestieri

Tecnica: grafite su carta, digital compositing

Ho pensato ai vecchi mestieri che gradualmente e malinconicamente scompaiono, tradizioni sepolte dalla modernità, travolgimenti epocali che disintegrano identità un tempo floride, ora marginali, anche povere. Il mio approccio è sempre piuttosto onirico, non didascalico. Non una vera scelta cosciente. E’ raro che mi capiti di svolgere pensieri razionali durante il disegno. Credo che la mente, informata, nel silenzio si esprima al suo meglio.

CLAUDIO CONTI
CLAUDIO CONTI
Articoli: 2

16 commenti

  1. i mestieri , per non scordarli, credo che la realtà dei nostri tempi possa essere ricordata con motivi che scompaiono, bello il disegno, espressivo e divertente!

  2. Poffare! Bellissima composizione e tecnica.
    Terribile e tenero, lugubre e intimo, crudele e buonista.
    Disegno ossimoroso, oserei dire.
    Bravo Claudio.

  3. Un’immagine che racconta il vuoto del nostro fare, il dolore e l’assenza che lo accompagnano. Se rompendo il vuoto, trovassi il pieno del fare antico, solleverei il martello…forse è già tra le mie mani. M

  4. bellissimo.un pò triste però lo sguardo: io sono convinta che non tutto andrà perso. un vecchio mestiere con la sua manualità non è mai vuoto, anzi, il più delle volte richiede ispirazione.

  5. Immagine perfetta per un calendario 2009: il pensiero, l’opera e il sentire che mi ha evocato sono assolutamente significativi del tempo presente. Speriamo in un domani diverso…

  6. Bello e malinconico,se l’autore sa fare senza pensare con questi bei risultati beato…
    La solitudine, la chiave forse inutile caduta a terra, l’incongrua giacca,per me sono interessanti suggestioni.

  7. la genialità dell’opera? i graffiti sulla porta.
    spazi nei generi, che hai gia’ stradigerito. sintetizzi, espelli e ne inventi di nuovi.
    la tua composizione mi sembra un atto unico: il prima, il dopo della piece e tutta la libertà di immaginarci cosa accade nel mezzo.
    me lo regali?

  8. Mi lascia senza fiato…sembra tutto fissamente sospeso, come la piccola chiave in basso che è ferma a mezz’aria per non cadere.
    L’omino forse diventerà un serial killer…vuole uccidere il futuro che è già presente.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *