Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Un saluto tra sconosciuti può nascondere nuovi orizzonti.

Tecnica: Pastelli e acrilico

“Ciao” è quella parola che dice tutto e non dice niente. Spesso é la parola che temiamo di più per la paura di lasciare andare o quella che non vediamo l’ora di sentire dopo una lontananza insopportabile.
Sta di fatto che “Ciao” ha il potere di far cambiare le cose.
Un “Ciao” detto anche ad uno sconosciuto può far ribaltare anche la più solida delle situazioni.
Vale la pena provarci!

Nicolò Canova
Nicolò Canova

Ci hanno abituato a vedere il mondo come scisso tra l’universo della logica e quello della creatività, come se fossero uno la negazione dell’altro. Da un lato l’istinto, dall’altro la razionalità. Da una parte l’arte, dall’altra la matematica. Un emisfero concreto, l’altro mistico.
Nelle creazioni di Nicolò tutte queste regole semplicemente non esistono. Dopo il diploma, Nicolò, classe 1989, ha iniziato gli studi di Fisica, ma dopo alcuni anni tra pendoli ed equazioni, lascia quella via per rispondere alla vocazione del mondo delle immagini. Ha studiato Illustrazione alla Scuola Internazionale di Comics di Torino, e ,attraverso progetti differenti, collaborazioni tra professionisti e scambi di esperienza, ha sviluppato capacità tecniche in diverse aree visive, come comunicazione, grafica, visual design e pittura, sperimentando con tecniche e strumenti diverse, per ottenere sempre immagini fresche e dinamiche. Tra le collaborazioni citiamo quella con Lancôme, Clarins, con Qeeboo e Stefano Giovannoni, con Majestic Records e IED.

Articoli: 3

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *