Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Vuoto

Tecnica: Illustrazione digitale

Un attimo, non di più. Tilt.
Può essere qualsiasi cosa: dal mignolo del piede sbattuto sul comodino al profondo senso di smarrimento causato dal nostro presente.
In tutto questo marasma, è normale sentirsi uno scarabocchio, perso nel vuoto, un insieme di linee sconnesse che trovano la propria casa nella totale oscurità.
Ed è proprio in questo freddo vuoto che immagino nella parola “tilt”, di fronte al quale tutto ciò che resta è l’eco, perso nel silenzio, che questa parola, inevitabilmente, provoca.

Sara Di Giovanni
Sara Di Giovanni
Articoli: 2

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *