Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Smoky eyes

Tecnica: tecnica digitale

Questa illustrazione è un omaggio al regista Wes Anderson che riesce a raccontare storie fantastiche avvolte da un fascino unico. Il suo stile è inconfondibile, le sue scene come dei quadri dove ogni dettaglio non è lasciato al caso; colori, oggetti e personaggi. Tra tutti i suoi film i Tenembaum è il suo trampolino di lancio; un film dolceamaro e surreale che racconta i drammi familiari della famiglia Tenembaum composta da due genitori divorziati e dai loro tre bambini prodigio. Gli insuccessi familiari si ripercuotono su di loro, definendo i tre diversi personaggi nelle loro stranezze e tratti sarcastici. L’unica femmina è Margo Tenembaum, come i fratelli dotata di grandi capacità e nel suo caso si tratta di una giovane drammaturga iperrepressa, fuma dall’eta’ di 12 anni quando già componeva opere teatrali. La sua vita è turbolenta, prima si innamora di una donna poi sposa un gamaicano, poi un punk infine sposa un uomo molto piu’ grande di lei ma in realtà è innamorata del fratello Richie. Per il mio ciak ho scelto la prima inquadratura che viene fatta su Margot all’inizio del film dove c’è lei in un salone di bellezza a farsi mani e capelli, sempre con la sua espressione impassibile, l’aria perbene stile Grace Kelly e la sigaretta sempre in bocca. I colori riprendono i toni retro’usati dal regista. Fa da sfondo la carta da parati zebrata nel film in versione rossa che caratterizza la casa dei Tenembaum. In primo piano la sua fedele borsa Kelly di Hermes color caramello, e alcune cose che ricordano l’amato fratello Richie come la fascia elastica da tennista e la sua macchina fotografica.

Francesca Di Paolo
Francesca Di Paolo
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *