Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

28 commenti

  1. Lo sfondo pentagrammato è geniale, ha la colonna sonora inclusa, questa illustrazione. E il sorriso non è banale.

  2. Non so perché ma questa illustrazione gravida di valenze affettive è la mia preferita. Ha qualcosa di magnetico… E’ come un attimo sospeso che resta fissato per sempre, pervaso della misteriosa tensione fra questa specie di sposa accigliata e il suo compagno sedotto dal fiore ma chiuso in un suo mondo beato. Forse lo sposo si libera dalle aspettative coniugali che gravano già su di lui espellendole con una bolla in uno sbadiglio… Complimenti all’autrice!

  3. ….curioso il modo in cui l’autrice ha interpretato il tema da svolgere….bello mi piace complimenti!

  4. Lo sguardo della sposa dice tutto… non è detto che il momento della Tua siesta sia quello ideale anche per il resto del mondo… Molto bello!

  5. Mi piace molto questa opera perché fa pensare ai diversi vissuti della siesta. Da un lato la siesta consente al marito di sognare e congelare il tempo mantenendo la propria freschezza. Dall’altro, la moglie pare invecchiata e il vivere questa siesta la sfiorisce forse perché è ansia, aspettative deluse, lasciarsi andare…

  6. O sono appena sposati e già invecchiati, oppure sposati da tempo, ma con la polvere sui vestiti nuziali, e la polvere dentro, perchè non hanno saputo cambiare, crescere, conoscere, ma soprattutto fondersi… Nell’angolo retto delle braccia che si toccano c’è la rigidità delle convenzioni sociali, che impediscono un contatto “fluido”, libero, tra le due anime. Bravissima.

  7. ironico, divertente, ma esprime anche amarezza con un velo di magia e poesia. mi piace molto, complimenti all’artista!

  8. il mio preferito…..il pentagramma di sfondo è 1 vera schiccheria….brava complimenti all’autrice

  9. Mi piace l’idea del marito che ha bisogno di una siesta già prima del matrimonio…pungente poi lo sguardo della mogliettina!!complimenti per la fantasia!!

  10. Che il matrimonio sia una siesta, una languida e russante pausa dalla frenesia quotidiana? Se cosi’ fosse la sposa non ne sembra particolarmente entusiasta!
    Sorprendente ed inaspettata elaborazione del tema.
    Il mio preferito! Complimenti!

  11. la tecnica è interessante ma il contenuto mi sembra cinico e squalificante, magari una certa visione disillusa della vita matrimoniale può rispecchiarsi in quest’opera ma più che della siesta mi sembra che parli della disillusione …bho

  12. hahahahaah favolosa…..complimentissimi….che idea geniale…..eppure cosi quotidiana hahhaahahah….eh si i maschietti hanno una capacità nel venir meno alle responsbilità che hanno il primato per le sieste prese 🙂

  13. L’immagne è curiosa e l’idea, non originalissima, funziona.
    Rispondendo a Laura: personalmente apprezzo sempre una visione anche un po’ cinica ma partecipata dell’umanità che davvero va a rotoli, e Michela non dequalifica proprio nulla che già non lo sia, nell’uomo.

  14. grazie cari, la cosa più bella di questo concorso (che non ho la minima ambizione di vincere, dato che questa gallery pullula di illustrazioni talentuose, lontane anni luce dalla mia rassegnata mediocrità) è poter ricevere commenti da amici e nemici, leggerli e divertirsi ad imparare qualcosa di sè dagli altri. grazie infinite! grazie tapirulan!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *