Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Sguardo e Memoria

Tecnica: lapis e illustrator

La scena che ho disegnato è tratta dal film “Viaggio in Italia”, regia di Roberto Rossellini. Il film del 1954 vuole essere, non solo un omaggio alla città di Napoli, ma un viaggio tra gli ingranaggi della memoria e della bellezza. Un percorso tra le macerie e le grandi opere d’arte che hanno cementato la nostra cultura. E l?arte non è nulla senza lo sguardo. La mia illustrazione cerca di enfatizzare ciò che Roberto Rossellini ci fa rivivere, in una manciata di minuti, nelle sequenze ambientate all’interno del museo nazionale di Napoli. La scura statua di un giovane discobolo chiede alla bella e triste Katherine di voltarsi. E? come se l?eterno atleta volesse afferrarla da un braccio e chiederle di essere guardato ancora per poter vivere ancora una volta nello sguardo della donna. E difatti solo la statua è dotata di pupille. Rossellini dichiarava: “In Viaggio In Italia bisognava far recitare un ambiente. L’importante non era tanto la scoperta di un paese quanto la sua influenza drammatica sui due personaggi. Era il terzo elemento: da una parte una coppia, dall’altra l’Italia…” Un?Italia che allora aveva bisogno di essere guardata da un popolo che aveva chiuso gli occhi per la paura delle bombe della seconda guerra mondiale. Un? Italia che ha l?urgenza -oggi più che mai- di un popolo che non smetta di guardare.

rita valente
rita valente
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *