Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

La terrazza – Ettore Scola

Tecnica: Illustrazione digitale

In un film dove tutto è metacinema, il ciak si materializza in una signora, dallo sguardo gentile, dalla voce docile e ferma: – È pronto, venite. Un battito di mani (come un ciak) per richiamare tutti all?attenzione, è pronto il buffet, si va verso la cena, si va in scena. Da quella scena, ripetuta cinque volte durante il film, da quel battito di mani, da quella voce, partono cinque storie, interpretate dai personaggi che animano quel buffet, tutti desiderosi di rianimare allo stesso modo la propria vita. I personaggi sono illustrati in poco spazio, si sovrappongono, eppure non sembrano vicini, al contrario, ognuno è isolato nella propria condizione decadente, ognuno preso dai suoi rimpianti, riempendo la scena con le loro assenze, ma nonostante ciò: si fanno compagnia. L?illustrazione si muove su due piani ed offre due possibilità di lettura. Sullo sfondo una terrazza, una porta e una donna che avvisa i suoi commensali che la cena è servita. Dallo stesso sfondo, si delinea il profilo della stessa, che completa la sua battuta: ?venite?. I capelli fungono da balloon, e i personaggi interagiscono con il profilo di donna, delineandolo ancora meglio. Mastroianni fumando la sua sigaretta, fa si che il fumo vada a disegnare lo sguardo della protagonista stessa.

Valeria Pisani
Valeria Pisani
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *