Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Aspetta qui

Tecnica: Matita, penna e pennarelli su carta

“Ciao”, che sia un saluto di arrivo o di andata, è un’interruzione. L’interruzione dell’attesa per l’incontro, l’interruzione del flusso dei pensieri se il saluto è inatteso. L’interruzione della compagnia di un’altra persona, l’interruzione di un’aspettativa quando quel “ciao” non si sarebbe mai voluto sentire: lasciare le cose a metà, inconcluse, non spiegate. Tutto lasciato in sospeso, in attesa, perché quel ciao alle volte lo si vuole solo restituire al proprietario.

Emilia Patrignani
Emilia Patrignani
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *