Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Il mio Palais Ideàl

Tecnica: digitale

Avete mai sentito parlare del postino Ferdinand Cheval? I suoi vicini a Hauterives, in Francia, lo ritenevano un po’ fou (in francese matto). Invece Messier Cheval era un artista che ha impiegato trent’anni della sua vita, nelle pause dal suo mestiere di postino, a ideare e costruire Le Palais Idéal, un meraviglioso palazzo di arte naïve, con connotazioni di Art Brut e ammirato da Breton e Picasso. Il palazzo è stato costruito vicino alla sua casa ed è un luogo visitato da tantissime persone provenienti da tutto il mondo e magari il luogo che anche io visiterò appena questo periodo di lockdown, restrizioni, coprifuoco e distanze sarà terminato. Nel frattempo non posso far altro che “costruire” anche io il mio palazzo ideale, un mondo utopico dove non esistono regole, (nemmeno quelle prospettiche), un luogo pieno di idee bizzarre e non convenzionali, un po’ folle e completamente INABITABILE (se non si ha immaginazione ovviamente!), come il palazzo di Ferdinand Cheval!

marika banci
marika banci
Articles: 2

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *