Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Volo con la fantasia

Tecnica: digitale

La potenza immaginativa di un bambino capace di animare gli oggetti, di vedere in volo un aereo che saluta. Fantasticare con la mente e spaziare nei meandri della fantasia più recondita: tutto ciò si configura come momento di spensieratezza, di libertà, di aspettativa e di speranza. Il bambino vagheggia elementi giganteschi (un aereo) che lo sovrastano, mentre stringe il suo diletto concreto (una palla) in una soleggiata giornata estiva nei pressi della riva marina, contro la quale le acque si infrangono lentamente. Il saluto del bambino assume i connotati della libertà di pensiero nell’immaginazione più sconfinata, nei sogni di un bambino curioso di scoprire il mondo. Lui accoglie la scoperta con un “ciao” che riceve, a sua volta, come feedback dall’oggetto osservato con voga. L’irrazionale e spensierato sguardo aguzzo penetrano l’oggetto della curiosità, determinandone addirittura la personificazione.

Simona Galizia
Simona Galizia
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *