Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Reverenza, Reverenza!

Tecnica: Acquarello e matita grassa su carta

Ciao è una parola informale, usata tra amici, famigliari, coetanei. L’origine di tale saluto è però estremamente reverenziale, significa infatti “Schiavo tuo” o “Al tuo servizio” o “Servo tuo”, dal latino “Sclavus”.
“Ciao” era molto usato nel Nord Est italiano, in particolare a Venezia e solo da un secolo si utilizza nell’intera Penisola.
Il soggetto della mia illustrazione si inchina nel suo saluto, togliendosi il cappello e sorridendo beffardamente, come un mercante pronto ad iniziare una contrattazione. Il colore rosso dello sfondo e il giallino del viso e della mano del personaggio sono una citazione ai colori della bandiera veneziana, mentre il blu del vestito e del cappello vuole ricollegarsi all’ambiente lavorativo, a quella gamma di colori, tra cui anche il nero e il grigio, strettamente collegati alle “divise” sociali: giacca e cravatta, cappello e panciotto etc.

Sabina Tangorra
Sabina Tangorra
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *