Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

11 commenti

  1. come “jacovitti” talmente genuino e puro da distinguersi da tutti gli altri. L’unico veramente ORIGINALE, l’unico che si possa definire un FUMETTO! ciao 4NN4

  2. mah… quei piedi sono i miei! Grande refrigerio.
    Complimenti: hai colto il concetto di Relax come momento dedicato a se stessi, da non condividere con nessuno per aumentarne il godimento. Con l’aggiunta di bicarbonato, l’opera(zione) diventa perfetta

  3. Si si Paolo è così… son i miei personaggi. Grazie per il commento! Ma mi aspettavo un commento sull’opera! Grz Gio

  4. Una delle prime cose che faccio per rilassarmi quando arrivo a casa è proprio togliere le scarpe col tacco e mettere i piedi in libertà! Caro Giorgio direi che hai centrato la questione relax!

  5. Ho sempre pensato alla siesta come ad un evento raro e straordinario, da relegare ai periodi di vacanza. Così un momento di relax diventa quotidiano. Mi piace! Come del resto, tutte le creazioni del grande (in tutti i sensi) Giorgio. Riesce sempre ad equilibrare in modo perfetto creazione ed esecuzione.

  6. Carissimo Giorgio é proprio vero, i piedi sono una parte del corpo importantissima: li costringiamo in scarpe spesso scomode e comunque sia a fine giornata sono proprio “stanchi”. E diamoglielo questo sollievo!!!! Sì, concordiamo con tutti i commentatori prima di noi, anche se….le gambe sono troppo in verticale, poco in posizione relax. Ma per il mondo-fumetto la tua vignetta é molto realistica!!! Bella la grafica. Hai sempre la nostra ammirazione! Bravo

  7. Carissimo Giorgio, sei sempre originale. Mi piace il tuo disegno perchè ci riporta alla fatica quotidiana ed ai pochi momenti di vero relax possibili.Solo raramente ,infatti possiamo permetterci Yoga, SPAM, evasioni nella natura o amache sotto palme tropicali…Dopo un semplice pediluvio,invece, si può completare il relax con un massaggio plantare che porta sollievo a tutti gli organi… fino a raggiungere il cervello e il cuore.Auguri da Ale e Ferdy

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *