Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Pia ere

Tecnica: illustrazione al tratto editata digitalmente

Sei ufficialmente benvenuto a Pia ere. Un mondo immaginario, un errore di digitazione.
Pia ere è una città, un regno, un’isola, un porto, un luna park, una nave dei pirati.
Non ha ingressi, né uscite, né direzioni; non ha limiti, né confini.
I suoi punti cardinali sono radicati nei sogni e le sue strade si sovrappongono a quelle di molte città, come i veli di una torta millefoglie.
Ognuno può entrarci e uscirci quando vuole. La puoi raggiungere dappertutto, o da nessun luogo in particolare.
A Pia ere non sai mica dove andare, ma sei sempre a casa. Ci puoi venire anche tu. Se ci credi.
Qui vivono bellissime creature spesso trascurate sulla terra, artisti, circensi, acrobati e corsari, gatti randagi, dinosauri, draghi, caciocavalli (non i formaggi, ma una specie equina rara non visibile ai più), unicorni, caffettierie, pesci volanti, conchiglie cantanti, cavallucci marini, libellule blu, meduse giganti, divani arancioni (etc.)
I paesaggi di Pia ere sono tra i più belli che si possano sentire, toccare e annusare. Sanno di buono.
Di cieli belli, di lacrime felici e di salsedine.
L’unico regno in cui l’unico potere è non avere nessun potere sugli altri;
dove si balla fino al mattino, perché il mattino non esiste,
e i capelli non si annodano mai.
A Pia ere puoi ubriacarti di stanchezza felice.

Laura Scala
Laura Scala
Articoli: 1

10 commenti

  1. Laura è un talento esplorativo e onirico, le sue opere analizzano le città con gli occhi del fanciullo che fantastica e con la preparazione dell’architetto appassionato.
    Ho la fortuna di poter vedere tutti i giorni alcuni dei suoi lavori appesi alla mia parete, lasciarsi trasportare nella sua visione della città è sempre un piacere!

  2. Bellissimo, un sogno, in un apparente specchio che non é… Una linea immaginaria che é come un portale su altri mondi! Particolarmente delicata la scelta della cromia.

  3. Leggendo il testo trovo ogni singola parola emergere dalle forme del disegno. Il sogno nelle linee prospettiche.
    Bellissimo!!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *