Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Mon Oncle di Jacques Tati

Tecnica: Tecnica mista - disegno a penna e colore in digitale

Il disegno trae ispirazione dal senso del doppio che si legge nel film “Mon Oncle” di Jacques Tati: la nuova periferia moderna e la vecchia borgata decadente, l’individualità e la socialità, il lavoro e il riposo ecc… Nel disegno però il protagonista, monsieur Hulot, compare sdoppiato, creando un senso di straniamento. Da questo iniziale sentimento di smarrimento nasce un tentativo di conciliazione di due realtà apparentemente opposte, di superamento dei contrasti. Il disegno è ispirato alla scena iniziale, costituita dalla lunga sequenza di presentazione dell’ambientazione in cui si svolge la storia, vera co-protagonista del film.

Stefano Tessarolo
Stefano Tessarolo
Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *