Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Let her out of me

Tecnica: acquarello

La scena che ho scelto per questo concorso è tratta dal film “The Neon Demon” di Nicholas Winding Refn dell’anno 2016. Ho scelto questa pellicola fischiata clamorosamente a Cannes perché ritengo che sia a livello visivo e narrativo una delle più creative e appassionate degli ultimi tempi. La scena in questione è quella finale: la pazzia che la giovane e bella Jesse ha fatto scaturire nelle sue colleghe, ha portato le ultime a compiere un atto estremo di cannibalismo; per questo Gigi, una delle tre assassine e commensali, durante il suo ultimo shooting fotografico non si sente bene e inizia un viaggio paranoico interiore che la porta a suicidarsi con una forbice da sarto. La mia reinterpretazione comprende una visione della fisicità e della bellezza distorta; unico scopo della vita per le modelle cannibali è, infatti, quello di possedere una perfetta esteriorità che non sfiorisce mai, cosa che, secondo me, si può rispecchiare anche nella società occidentale contemporanea. Tutto deve essere perfetto e bello, armonioso, piacevole agli occhi e mai volgare, ma la realtà è un’altra cosa.

marta belleri
marta belleri
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *