Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

L’ARTE della Siesta

Tecnica: Frottege - collage - fotomontaggio digitale

Vivere nelle grandi metropoli è il sogno di molti italiani e stranieri, ma spesso raggiunto il sogno ci si trova di fronte a una realtà difficile, ostile e chiusa. Si può abitare al centro della metropoli, ma in realtà vivere alla periferia di tutto… alla periferia della vita stessa della città. In questa realtà difficile, la siesta è la possibilità di staccarsi dalle preoccupazioni quotidiane, dal pericolo di essere soffocati… è un cullarsi in un ricordo lontano, in una riflessione risolutiva… una specie di “finestra” in cui ritrovare se stessi e la speranza per andare avanti. Nella mia esperienza personale tutto questo l’ho trovato attraverso lo studio, l’insegnamento e l’applicazione dell’arte.

Antonella Armeni
Antonella Armeni
Articoli: 5

13 commenti

  1. io un momento di tranquillità la vivo tutti giorni…dato che vivo in un piccolo e tranquillo paese delle marche,camerino(mc)…e per questo che dico che vorrei vivere in una metropoli…per rompere la troppa tranquillità…ma mi rendo anche conto che vivere in una metropoli è dura…traffico,gente,quotidianità ecc….per cui secondo me ci vorrebbe un via di mezzo…!!!! ciao.

  2. In questa realtà davvero difficile,trovo che sia meraviglioso prendersi un momento di siesta,tranquillità e soffermarsi ad osservare tutte le meraviglie che ci circondano ,senza aver il solito problema del tram tram!

  3. che eleganza…davvero stupenda…delicato sia il pensiero sia l’ illustrazione….complimenti sinceri, spero tu venga selezionata 🙂

  4. Questa illustrazione fa riflettere sulla solitudine della società contemporanea…troppo presi da se stessi gli uomini perdono i veri valori della vita….La siesta diventa, allora, una fuga dalla realtà, un sogno, un angolo di pace per fermarsi a riflettere, lontani dalla vita frenetica.
    Complimenti per l’illustrazione e per la citazione della donna di Courbet dolcemente addormentata!

  5. Sembra una vetrata liberty…è davvero un disegno bellissimo e soprattutto dà un senso di… quiete che in questo tran tran cittadino troppo spesso manca! COMPLIMENTI!!!!!

  6. mi piace l’accostamento, che è anche contrasto cromatico, tra i richiami classicheggianti (la donna che dorme) e l’incombere del moderno (la città in grigio)

  7. bellissima, davvero: Leopardi scriveva che “l’uomo per natura è libero, e uguale a qualunque altro della sua specie. Nello stato di società- se vogliamo, la metropoli moderna-non è più così”. ed allora ecco che “staccarsi dal mondo” permette un ritorno, seppur momentaneo, ma rigeneratore, allo stato di natura

  8. La realtà, in bianco e nero, perde interesse per chi dorme tranquillo, il sonno diventa a colori, e ti porta in un modo di favola….
    Bellissimo, grande artista!
    Franca Romana

  9. Sullo sfondo grigio e contemporaneo si staglia un’immagine che sa di secoli passati, di sonni barocchi e di spossatezza fiabesca. Il tutto lasciato al nostro sguardo, racchiuso dai riquadri di una finestra che potrebbe rappresentare tanto il diaframma tra veglia e sonno, quanto quello tra realtà e desiderio.

  10. Mi piace molto il contrasto tra lo sfondo grigio della città e i colori della siesta. Mi trasmette questo paradosso: la città con la sua frenesia e il suo attivismo è disumanizzante e rende triste e grigia la vita dell’uomo. Il riposo colorato, invece, è creativo, rigenerante, vitale. Non è una fuga dalla realtà, un’oblio. La posizione della donna, per me, è significativa. Sembra quasi pronta ad alzarsi e ripartire non appena abbia rifocalizzato l’essenziale della sua vita, grazie anche al riposo e al coraggio di fermarsi per ritrovare il primato dell’essere, sul fare.

  11. libertà, pace, quello che dentro la finestra forse non si riesce a vivere, lo vediamo al di là del vetro… beata la bella fanciulla, dorme e sogna e noi con lei viviamo la nostra leggerezza!

  12. complimenti davvero,mi piace molto questa composizione, e poi la donna, il suo viso, isuoi capelli che ondeggiano molto leggeri,belli. complimenti per la bellissima illustrazione.michela

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *