Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

30 commenti

  1. hm.. povero Babbo Natale! 🙁 😀
    solo soldi, soldi.. tutto si deve paga.. oggi e’purtroppo cosi.. belle cose sparono:(.. e’ questo tuo disegno dice dove va questo mondo .. in roba da matti!!
    e, Christian, piu’ di tanto il tuo disegno e’ veramente bello!
    Auguri!

    ti saluto!

  2. me gusta mucho… bello davvero…
    feliz navidad a todo el mundo…y se extiste babbo natale…esperamos que lleva trabaco ey suerte…

  3. Questa illustrazione…chiaramente la vincitrice!

    Costringere Babbo Natale a pagarsi la lettera dei regali che gli si invia: roba da matti senza dubbio!!!!!

    E addirittura il postino come buono funzionario statale nemmeno si chiede cosa pazzesca stia facendo!!…..kafkiano!

    Un saluto dalla Catalogna d´una lettrice catalana che vi segue.

  4. Bello Christian!

    Sempre attento e sagace tu, eh? Con questi tempi che corrono mi sembra un chiaro riferimento alla situazione attuale con una punta di sarcasmo…all’italiana.

    Complimenti!

    Un grande “in bocca al lupo!” x tutto.

  5. Caro “Mau”,
    il lavoro nasce su carta prima come abbozzo di forme e volumi, per essere poi ripulito e rifinito come linee e prime ombreggiature.
    Poi ho fatto una bozza di colore con pennelli e colori, come riferimento per la colorazione digitale.
    Successivamente è stato acquisito ed inchiostrato digitalmente con gli strumenti opportuni.
    La colorazione segue un minimo di tre lumeggiature sino ad un massimo di cinque, differenziate per tipologia di superficie e rifrangenza della luce, tutte rigorosamente a mano libera.
    Il cielo al tramonto è dipinto digitalmente.
    l’atmosfera al tramonto è resa con una serie mirata di schermature per ogni singolo soggetto dell’immagine.
    le lettere hanno precise intestazioni che aumentano il gusto goliardico della composizione.
    Purtroppo caro amico “Mau” con l’anteprima fornita dal sito non puoi assaporare al meglio queste chicche, forse era meglio mettere delle anteprime su link più esaustivi come han fatto molti???
    e comunque il “molto tempo impiegato” a cui mi riferisco io, è che se si propone un lavoro e si viene analizzati in modo superficiale come fai tu, è meglio fare altro.

  6. scusami se ho urtato la tua suscettibilità, era solo curiosità.
    Non gettarmi fumo negli occhi caro “Christian” io questo lavoro lo faccio da più di 30 anni e non vedo sotto il tuo lavoro tutta questa mole di lavoro..avrei preferito sentirmi dire che era un lavoro buttato giù di getto….il cielo al tramonto si fa in 2 minuti con lo strumento sfuma di Photoshop..io tutte queste chicche davvero non le vedo. scusami io no critico certa la tua idea ma il modo in cui l’hai realizzata non credo che possa portare via più di 10 ore di lavoro

  7. Caro “Mau” noto con piacere da questo tuo ennesimo scritto, che non hai capito nulla.
    Quando si progetta qualcosa la tecnica artistica è un mezzo per arrivare ad un obiettivo.
    se per me l’obiettivo è comunicare con un bambino, uso un linguaggio a lui
    familiare, comprensibile, chiaro e semplice; che lui può capire e usare a sua volta in modo
    autonomo. per questo motivo ho scelto questo stile grafico di linea e colorazione.
    E non mi pongo a priori problemi su quanto tempo mi serve per fare un lavoro in digitale
    o in altro modo. ti ripeto che non mi va giù il fatto che un prodotto come un
    calendario di illustrazioni per bambini abbia al suo interno immagini non adatte.
    Se il calendario però non è solo per bambini ma per tutti, magari posso impiegare il mio tempo
    in modo più consono e utile alla causa. Bisogna solo chiarirlo prima e dimostrarlo poi.
    Quindi sia io e che altri partecipanti che impieghiamo anche un solo minuto del nostro tempo,
    ci possiamo sentire traditi nelle nostre aspettative.
    Eventualmente potrei anchi’io esibirmi in cure maniacali del dettaglio o della resa fotorealistica
    delle mie figure, senza i mezzucci che mi hai proposto usando famosi software.
    E credimi il risultato sarebbe ottimo.
    Ma che senso avrebbe far vedere nel dettaglio i pori della pelle di Babbo Natale o il luccichio
    delle pupille delle renne che riflettono il tramonto, se ai bambini serve altro???
    Ma forse il calendario non ha questo obiettivo e chi vi partecipa come te, vuole solo vincere
    a scapito di tutto e tutti, e a quanto vedo glielo permettono.
    non capisco cosa vuoi dimostrare con queste tue critiche, che sei più il bravo, che sai impiegare
    al meglio il tuo tempo lavorativo??? che sai usare i software di fotoritocco???
    Concludo caro “Mau” che se mi proponessero la scelta tra il silenzio per delle critiche
    giuste e palesi,contrapposto all’arroganza di far vedere ad un non professionista che sono una
    divinità con l’aerografo digitale e che in trent’anni di attività faccio un pesce ed una
    maschera in pochissimo tempo e perfettamente; io preferirei il silenzio.
    Ma le persone sono diverse, nel bene e nel male.
    Detto questo, ti chiedo cortesemente di non disturbarmi più Maurizio che ho da fare.

  8. Bravo Cristian! Ottima l’idea e lo stile usato…l’espressione della renna poi è troppo carina!
    Poverino Babbo Natale… :o(

    a presto!!!
    Daniela

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *