Improvvisazione sul decimo “Tableaux d’une exposition – La grande porte de Kiev” di Modest Musorsgki

Tecnica: Acquerello

I dieci brani di Musorsgki sono intervallati da alcune passeggiate. Ho scelto il decimo brano perché, passeggiando tra i quadri [musicali], la mia immaginazione ha creato una storia. Una storia che non si conclude con il termine della musica. Come illustratrice ho imparato che le storie si nutrono di colori e immagini, di emozioni e vissuti per continuare anche oltre la tavola. Per me i Tableaux sono stati il sostrato per creare una piccola storia, un quadrato che voleva diventare principe. Terminato il suo percorso è pronto per esplorare ciò che il mondo gli offre. L’illustrazione che vi spedisco è un ‘fermo-immagine’ di questa storia.
Oana Rodica Alexandrescu

Oana Rodica Alexandrescu
Oana Rodica Alexandrescu
Articoli: 1

2 commenti

  1. Complimenti all’artista!
    Non conosco il pezzo musicale, ma l’opera, mi riporta ad un gran senso di leggerezza, e sospensione fatta anche di incontri!
    Ottima la scelta dei colori e delle sfumature!!!

  2. Tutto è leggero, tutto si muove in modo ordinato, seguendo prospettive diverse. Nulla è stagnante, nulla è pesante.
    La musica diventa illustrazione, i colori diventano poesia.
    Guardiamo increduli la leggerezza, la capacità  gioiosa di trasformare la vita. Sono i bambini dentro di noi che ridono, sono i bambini che si incantano e si stupiscono davanti alle cose semplici e alle fiabe.
    Alla fine di una passeggiata tra le opere d’arte e le note musicali, si esce all’aria aperta pieni di energia, a ringraziare la vita per averci permesso di trasformare una X in un’incognita conosciuta, un’equazione risolta perfettamente con gioia e naturalezza.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *