Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Ci sono tanti “Ciao” diversi: quelli che devi assolutamente fare anche se non hai le mani libere, per salutare e per farti trovare, ci sono i “Ciao…” timidi dei primi incontri e i “Ciao!” entusiasti, scodinzolati, o sventolati. E se aguzzi la vista ci sono “Ciao” nelle canzoni, nella spazzatura, e perfino nelle altre lingue.

Francesco Guarnaccia
Francesco Guarnaccia
Articoli: 1

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *