Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Il mio Ciao è quello che ho detto all’Italia quando sono andato a vivere all’estero, perché era diventata l’unica strada per dare vita al mio futuro. E come me tantissimi altri ragazzi e ragazze. A volte li chiamano “expat”. E il potere di un “ciao” è proprio questo: puoi usarlo per dare il buongiorno o per salutare quando vai via, ma scioglie ogni addio in un arrivederci.

Germano Germanò
Germano Germanò
Articoli: 2

Un commento

  1. Immagine e testo: una sintesi perfetta dell’andare dei nostri giovani tra peso e leggerezza, rimpianto di quello che si lascia e speranza nel futuro da cercare. Raccontato con la leggerezza ironica del poeta e la malinconia di chi l’ha provato in prima persona. Ciao, Germano

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *