Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Do (not) cross

Tecnica: acquerelli, acrilici e china su carta

la x per me ha molti significati; per questo lavoro ho deciso di interpretarla come segno di divieto. la x viene usata su svariati tipi di cartelli in questo contesto, ma le origini della x come un “qui non si passa” secondo me possono essere rintracciate fino alle lance o alle alabarde incrociate. (Ed ecco che si manifesta un collegamento tra divieto e potere.) Mentre un buon numero di divieti e, ampliando, restrizioni, ha il compito di garantire sicurezza, (almeno un pó di) “egalité” e di ridurre atti prepotenti, altri si rivelano, quando contemplati, degli strumenti a disposizione di una classe di ricchi e potenti che vuole mantenere la sua “mandria” umana su un corso a lei comoda e conveniente. Cosí da protezione arriviamo a controllo e manipolazione. il confine spesso é sottile e poco chiaro, ben nascosto. Mi piacerebbe vedere sempre e sempre piú gente mettere in questione regole e tabú, sondarle per capirne motivazioni e scopi, prima di accettarle. Non bisogna accettare tutto “cosí com’é”. il mio quadro é un’appello a fare proprio questo.

Philipp Larcher
Philipp Larcher
Articoli: 2

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *