Vuoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato sul concorso?

Ciaone (Ciao su Ciao fa ciao)

Tecnica: mista

Partiamo dal titolo: Ciaone (Ciao su Ciao fa ciao). In inglese sarebbe Cia1. Perché 1? Perché ciao=1!
Si tratta di un’equazione matematica, mi spiego meglio: Ciao (la mascotte di Italia ’90, i mondiali di calcio giocati in Italia) su Ciao (il celeberrimo scooter della Piaggio prodotto dl 1967 al 2006) fa ciao.
Questa frase tradotta in formula matematica è: Ciao :(fratto) Ciao = ciao.
Ciao:Ciao diventa 1 (perché tutti i numeri divisi se stessi danno come risultato 1)
Quindi semplificando l’equazione (cioè sostituendo Ciao:Ciao con 1) risulterebbe 1 = ciao.
Ho scelto questo soggetto perché quando ho letto il tema del concorso questi sono stati i primi tre elementi che mi sono venuti in mente: il saluto, lo scooter e la mascotte di Italia ’90, ai quali sono legati tantissimi ricordi della mia infanzia.

Francesco Montesanti
Francesco Montesanti

Illustratore freelance, classe 1984, vivo a Perugia.
Ho studiato Storia dell’Arte all’Università degli studi di Perugia
conseguendo nel 2007 la laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali
e nel 2011 la laurea magistrale in Storia dell’Arte con una
tesi sull’architettura romanica tra Umbria e Marche. Ho proseguito
l’attività di ricerca nel campo storico-artistico pubblicando uno
studio sull’antica cattedrale di Assisi nel volume “Umbria e
Marche in età romanica”(Ediart, 2014).
Dopo varie esperienze lavorative nel campo della didattica (supporto
alla didattica per la cattedra di Storia dell’Arte Medievale
all’università di Perugia e didattica museale in collaborazione
con i musei della rete civica) e nel campo della stampa digitale
(grafica, prestampa e gestione contenuti siti web) ho deciso di
dedicarmi alla passione che è sempre stata costante nel tempo e
che stava diventando sempre più grande e urgente: l’illustrazione.
Dopo un periodo di attività di illustrazione come autodidatta ho
conseguito il diploma di Illustratore frequentando il master in
illustrazione per l’editoria “ARS IN FABULA” di Macerata, nel
2015, collaborando al progetto master con l’Editore Orecchio
Acerbo.
La tecnica che utilizzo maggiormente è mista: acrilico e matita su
carta rielaborati in digitale.

Articoli: 5

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *